GIOPATO & COOMBES @ HI LITE NEXT TAILOR MADE LIGHTING Milano Design Week 2018

GIOPATO & COOMBES @ HI LITE NEXT

TAILOR MADE LIGHTING
MILANO DESIGN WEEK 2018

Progettare per Cristiana e Christopher significa trovare la sintesi tra l’emozione dell’ideazione e il pragmatismo dell’innovazione. In ogni prodotto del duo, la razionalità incontra l’intuito e l’emozione, alla ricerca di un Supernatural Daydream, un sogno ad occhi aperti che oltrepassa il reale.

Giopato & Coombes disegnano per lo showroom HI LITE NEXT  uno speciale allestimento con gli iconici progetti creati dal duo italo-britannico: le eteree sfere di vetro dei chandelier Bolle e delle lampade Soffio compongono un’installazione luminosa, applique scultoree della collezione Gioielli,  impreziosiscono le pareti, mentre composizioni geometriche dei filiformi lampadari Cirque vengono incorniciate dalle finestre al primo piano che si affacciano su via Brera.

BOLLE E SOFFIO

La leggerezza delle bolle di sapone diventa metafora dell’immaterialità della luce. Bolle è una collezione di lampade in vetro, dove il bulbo è sospeso tra le sfere trasparenti, illuminando non soltanto lo spazio circostante ma anche le superfici curvilinee, moltiplicando i giochi di riflessi. La serie è realizzata a mano da esperti artigiani veneziani con la tecnica “a lume”.

Soffio è una lampada dal disegno semplice ed elegante, caratterizzata dal contrasto tra l’evanescenza del soffio che genera la sfera in vetro e la solidità della struttura che la sorregge: leggera come una bolla di sapone, la sfera galleggia nell’aria, racchiude il corpo illuminante, ed è collegata alla solida base in marmo da un esile stelo in ottone. Cuore e struttura del progetto è la sorgente luminosa a LED, una tecnologia di grande qualità ed elevata efficienza che emette una luce calda e soffusa, in antitesi con l’aspetto minimale della lampada. Soffio è disponibile nelle versioni terra, soffitto e tavolo.

GIOIELLI

Applique scultoree che nascono come risultato di un perfetto equilibrio della struttura metallica, una montatura iconica e leggera, con le colorate e preziose “gemme” che sono incastonate al suo interno, un diretto richiamo e un omaggio al meticoloso lavoro dell’orafo.

I Gioielli sono composti da combinazioni diverse di “pietre preziose”: un disco in fusione di ottone a cera persa dalla superficie materica e “grezza”, ottenuta grazie ad una minuziosa lavorazione a mano direttamente sul modello; una “gemma” verde smeraldo in vetro di Murano soffiato a bocca, con una particolare finitura molata, il “battuto”; una lente sferica in cristallo racchiusa in un cilindro in ottone sagomato, un “occhio di pernice” che attira subito l’attenzione di chi guarda.

Vetro di Murano, ottone, vetro smaltato, lente sferica, ogni materiale ospita una fonte luminosa diretta o indiretta che vive indipendente l’una dall’altra: è il fascio luminoso generato dalla applique nello spazio circostante che crea armonia e unisce i diversi elementi che la compongono. Una perfetta combinazione di forme geometriche con forme espressive, tecnologia e decoro.

CIRQUE

Lampadari dalle sottili strutture filiformi in ottone spazzolato che mutano forma per creare infinite composizioni geometriche. La figura, che richiama le attrezzature delle arti circensi, viene interrotta da capsule che proiettano una luce continua. Ogni capsula, realizzata in vetro cannettato con estremità in ottone lavorato al tornio attraverso una tecnica molto ricercata a partire da un blocco pieno di materia, cela al suo interno delle guide luminose utilizzate nel settore dell’automotive, che permettono di connettere i led contenuti nelle estremità della capsula conducendone la luce in tutta la sua lunghezza.

Solo grazie a questa struttura interna tecnologicamente avanzata, è possibile l’inanellarsi degli elementi, che creano così gioco di infinite forme dove l’inizio dell’una si confonde con il termine dell’altra.

Share on